martedì 1 agosto 2017

Dead Man di Domin Finn

Buongiorno cari lettori,
inauguriamo l'inizio di questo nuovo mese con una recensione fresca fresca di un libro che ho terminato giusto ieri sera (perciò rientra ancora nelle letture di Luglio, giusto?). Questa volta vi parlo di un fantasy molto particolare che, sebbene un inizio un po' lento, mi ha catturata pagina dopo pagina e non vedo l'ora di leggere il secondo, di cosa sto parlando? Ma di Dead Man di Domino Finn edito Dunwich Edizioni, naturalmente! Pronti per vedere i dettagli di questo romanzo assolutamente imperdibile?




Titolo: Dead Man
Serie: Il fuorilegge della magia nera. Vol.1
Autore: Domino Finn
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Fantasy
Pagine: 263
Data di pubblicazione: 3 agosto 2016
Prezzo eBook: 2.99 euro
Prezzo cartaceo: 12.90 euro

Sinossi:

Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera. Sembra abbastanza fico, vero? Lo era, fino a quando non mi sono risvegliato mezzo morto in un cassonetto.
Ho detto mezzo morto? Perché intendevo morto al 100%. Non faccio le cose a metà.
Perciò eccomi qui, ancora vivo per una qualche ragione, in un altro giorno assolato a Miami. È un paradiso perfetto, se non fosse che mi sono immischiato in qualcosa di brutto. Ricercato dalla polizia, avvolto dal fetore della magia oscura, con creature dell’Altrove che sbucano da tutte le parti... per non parlare delle gang voodoo haitiane. Credetemi, è tutto molto divertente fino a quando non hai un cane zombie alle calcagna. 
Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera… e sono totalmente fottuto.

Quante possibilità ci sono di risvegliarsi dopo essere stati uccisi? Generalmente direste nessuna, vero? Beh, diciamo che Cisco Suarez è l'eccezione che conferma la regola. Morto due volte e risorto altrettante, con un solo problema: non ricorda nulla prima del suo risveglio all'interno di un cassonetto perciò non sa perché delle gang voodoo haitiane ce l'abbiano con lui e, come se non bastasse, non può fare nemmeno affidamento sulla polizia perché...beh come si può spiegare un'assenza di dieci anni dicendo semplicemente ero morto ma ora sto bene? Insomma, la vita di Cisco era un dannato casino prima, quando da giovane ventiquattrenne a discapito di ciò che pensavano i suoi amici e la sua famiglia ha lasciato gli studi per dedicarsi alla magia nera e diventare negromante, e lo è ancora di più ora quando tornato dopo dieci anni si ritrova ad avere diversi nemici che lo vogliono morto (di nuovo!) e non ha più nulla della sua vita passata, l'amore della sua ragazza è svanito nel nulla e la sua famiglia è stata massacrata, ma da chi? Tante, troppe domande affollano la mente di Cisco e la sua sete di vendetta e di sangue non gli permette di ragionare lucidamente ma quando alcuni tasselli di questo intricato puzzle vanno al loro posto inizia a domandarsi perché non sia semplicemente morto e basta. Che senso ha il suo ritorno ora che non ha più nulla per cui valga la pena vivere?
Un fantasy ben costruito, ogni elemento è reso alla perfezione: avventura, magia nera e vendetta sono elementi essenziali in questa storia. Un personaggio complicato ma reso in maniera perfetta, con una storia da raccontare, un passato da districare ed un futuro da costruire mattone dopo mattone. La curiosità è un altro elemento che non poteva mancare e il tutto è stato reso in modo da rendere il lettore avido di sapere!

Felicità librosa

Alla prossima,

Nessun commento:

Posta un commento